• Stampa

Il Natale nelle nostre case

Vieni, Signore Gesù, nella mia casa

anche se non ne son degno,

come disse il centurione

che ti pregò per il suo servo.

…………

Ma Tu a Natale ti presenti

così piccolo, così spoglio, così inerme,

che anche il più povero degli uomini,

come i pastori di quella fortunata notte,

si trova a suo agio accanto a Te.

…………

Vieni, Signore, e insegnami chi sono

e come devo comportarmi

perché tante volte ti ho dimenticato

e mi sono smarrito.

…………

Vieni, e tieni riunita la mia famiglia,

perché la preoccupazione esclusiva per se stessi

non l’abbia a frammentare

o a chiuderla ai bisogni degli altri.

…………

Vieni, per condividere con noi la tua gioia,

per essere guida della nostra preghiera

e consolazione nelle nostre sofferenze.

…………

Figlio di Dio,

fatto carne per la salvezza di ogni uomo,

aiutaci a camminare sui tuoi stessi passi

perché Tu sei la meta dei nostri desideri,

la nostra pace.

 

NATALE: CHE IO VEDA
Ancora è notte.
 
L'uomo distratto negli occhi,
 
indurito nel cuore,
 
si è chiuso in stesso.
 
Eppure ti cerca,
 
ma sbaglia la strada.
 
Ancora é notte,
 
ma Tu venendo
 
la vinci,
 
come fa l'aurora,
 
e ridoni all'uomo
 
la speranza.
 
Signore che ti riconosca,
 
che io veda.
Gazoldo 15 - XII -2009
 
 

S. Natale

Preghiera alla Vergine

Dolce madre del Redentore

che l'hai potato tra le tue braccia

prima bambino e poi crocifisso,

soccorri la mia debole fede,

perché anch'io lo sappia accogliere

nella gioia e nel dolore,

nella salute e nella malattia

sorretto dalla speranza

che il Signore non mi abbandona

se io non gli chiudo il cuore.

Per questo Egli si è fatto uomo

e venne ad abitare in mezzo a noi.

 

+ Giovanni Volta