A. 02.1. La Chiesa mantovana saluta i sacedoti novelli. (La Cittadella 10 luglio 1952)

NELLA DOMENICA DI S. PIETRO, CONSACRATI AL SIGNORE

 

La Chiesa mantovana saluta i novelli sacerdoti

 

La Cittadella, 10 luglio 1952

......................

………...............................

*   *   *   *

.......................

Duomo parato a solennità, Seminario in festa, parenti e fedeli esultanti, convenuti dalla città e dalla Diocesi per assistere al rito solenne: la consacrazione di otto novelli sacerdoti.

S. Pietro – 29 giugno – è il grande giorno della Chiesa mantovana; il giorno tradizionale in cui i giovani leviti della Casa del Signore salgono all’Altare per ricevere una consacrazione che li fa ministri di dio e pastori di anime. Ogni anno il consolante spettacolo si rinnova davanti a volti nuovi e a schiere diverse; ma è la stessa esultanza di cuori, lo stesso fervore comune. È il giorno del ringraziamento solenne al Signore per chi ha toccato la meta e, nello stesso tempo, il giorno delle rinnovate speranze per chi sta salendo l’erta sudata del Colle santo.

Quando, nella maestosa solennità del rito, gli ordinandi stavano prostrati al suolo e le invocazioni delle Litanie dei Santi si diffondevano nel tempio, la commozione faceva affiorare dal profondo dei cuori accenti caldi e fremiti di spiritualità. E quando la mano consacrante del vescovo s’è levata a ungere e a invocare lo Spirito Santo sui consacrandi, alla mente è apparsa, consolante, la visione mirabile della perenne vitalità della Chiesa. “Tu es sacerdos in aeternum”: l’inno gioioso ha fatto eco alle paterne esortazioni di Mons. Vescovo. Il ricordo e il richiamo a una dignità che onora e impegna per tutta la vita.

Così, nella festa del Principe degli Apostoli, il carattere sacerdotale ha segnato la fronte di otto figli della nostra terra, schiudendo loro le porte mistiche del Santuario del Signore e consacrandoli all’amore e al sacrificio del nostro buon popolo.

In questo giorno, prima domenica di Luglio, tra folle esultanti della propria terra natale, i novelli sacerdoti cantano la prima Santa Messa solenne. Che il Signore li assista e li protegga, oggi e sempre; che sia largo delle Sue benedizioni e dei Suoi aiuti, perché lo stesso entusiasmo, lo stesso fervore che oggi li anima, li accompagni nel cammino della vita, dove la Provvidenza li vorrà a compiere il proprio ministero sacerdotale.

 

 *   *   *   *

 

I Sacerdoti novelli

 

Nel giorno dei Santi Pietro e Paolo, da S. E. Mons. Vescovo sono stati ordinati sacerdoti nella Cattedrale di Mantova:

don BETTONI ROMANO    da Moglia di Sermide

don BOTTOGLIA MARIO   da Castelgoffredo

don LASAGNA DANTE       da Villa Saviola

don SORAGNA LUIGI         da S. Benedetto Po

don STRAZZI ALDO            da S Giovanni Dosso

don TURAZZA CARLO       da S. Andrea (Città)

don VOLTA GIOVANNI      da Gazoldo degli Ippoliti

don ZILIANI CARLO           da Canneto sull’Oglio

 ......................

Ai giovani Sacerdoti “La Cittadella” è lieta di presentare le felicitazioni e gli auguri dell’intera Diocesi mantovana.